realizzazione giardini brescia

Whatsapp Facebook Twitter Pinterest Linked In
030 25 23 654 | info@vivailoda.it

progettazione giardini brescia progettazione giardini brescia

Arredo da giardino: come arredare il giardino e gli spazi conviviali
Fare di uno spazio esterno un ottimo spazio. Bello e funzionale. Ecco i consigli per un outdoor da vivere con l'arredo giardino più adatto al tuo ambiente.
Come ti avevo anticipato nell’articolo di venerdì, per chi avesse la fortuna di avere uno spazio verde, grande o piccolo che sia, una veranda o un terrazzo, vale la pena considerare anche solo qualche piccolo accorgimento per trasformare il giardino in uno spazio da vivere a 360°, sia nell’area verde, sia negli spazi da dedicare alla convivialità, come al relax.

D’altra parte, avendo la possibilità, non sarebbe bello avere uno spazio ben sistemato e concepito per accogliere gli ospiti? O per rilassarsi in tutta tranquillità a leggere un libro, o godersi la frescura delle serate nella bella stagione?
Spesso, infatti, si tende a dimenticare che anche l’arredo da giardino concorre in modo rilevante a creare lo spazio, dando vita ad ambienti più omogenei e completando finemente la casa, come una ciliegina sulla torta.


L’arredo degli spazi conviviali: quali fattori tenere presenti

Il giardino è bello perché è vario! Ogni spazio verde è a sé. Per una questione di spazi, di stile, di esigenze e molto altro. Ma, dovendo trattare l’argomento in via generale, cercherò di mostrarti quali punti tenere in considerazione:


Arredo da giardino per grandi e piccoli spazi: le dimensioni contano, ma non sempre.

Lo spazio a nostra disposizione è sì un fattore fondamentale, ma non un limite se abbiamo piccoli spazi. Anche un terrazzo può trasformarsi un una piccola e accogliente area green, con gli accorgimenti giusti.
Tutto sta nel capire le nostre esigenze: per cosa vogliamo sfruttare questo spazio all’esterno?
Se non abbiamo problemi di spazio, e ci interessa e piace adibire il nostro outdoor in modo ottimale per accogliere amici e parenti e banchettare in allegria, possiamo pensare ad un’area ben distinta con un grande tavolo, sedie e panche a piacimento, che identifichino l’ambiente “tutti a tavola”.
In questo spazio è sempre bene considerare anche di posizionare qualche mobile o complemento utile per appoggiare accessori e quant’altro possa essere utile durante pranzi o cene, di modo da non dover fare la spola tra l’interno e l’esterno. A questo proposito ci può essere utile una credenza o un carrellino. Lo spazio avanza? Perché non creare anche una zona relax?
Un angolo di pace con un divano da esterni e due poltroncine, oppure una chaise longue con morbidi ed accoglienti cuscini, o, perché no, una comoda amaca. Creeremo così due ambienti che sapranno valorizzare il nostro outdoor connotandosi di senso ed inserendosi nel contesto creando un continuum perfetto tra l’interno e l’esterno, come un passaggio tra le mura di casa e il verde.
Per gli spazi più contenuti, possiamo razionalizzare ed ottimizzare il tutto, sempre rispondendo alla domanda di qui sopra e pensando alla distribuzione più funzionale degli elementi. Opteremo così per un tavolo di dimensioni più contenute, per non occupare troppo spazio, magari allungabile per le occasioni con gli ospiti. Anche per quanto riguarda le sedie, le sceglieremo non troppo ingombranti, magari dotandoci di qualcuna in formato pieghevole, sempre nello stesso stile, da utilizzare alla necessità. E per gli spazi ancora più piccoli? Se non ti è possibile sfruttare l’esterno per ospitare molte persone, non rinunciare al piacere di arredare il tuo piccolo balcone o terrazzo. Un piccolo tavolo da caffè con sedie o sgabelli, qualche complemento d’arredo non troppo ingombrante, gli sapranno dare nuova luce. Esistono anche tavoli molto comodi che si aprono al bisogno. Con i pratici ganci di sostegno fissati alla ringhiera, grazie ad un braccio mobile possono sostenere il piano e creare un grazioso angolo colazione, pranzo o cena per pochi intimi, o anche solo per una chiacchierata all’aria aperta. In commercio ce ne sono anche di molto graziosi e validi, nonostante il loro aspetto minimal.


Stili di giardino per giardini con stile.

Le soluzioni e le proposte oggi sono davvero molte, per ogni esigenza, guato e tasche.
In linea generale, lo stile dell’arredo del giardino può o seguire quello adottato per gli interni, oppur discostarsene completamente. Il tutto purché segua una logica, anche nella discontinuità. D’altra parte non è un segreto che mescolare classico e moderno possa portare a soluzioni molto apprezzabili e uniche. Lo stile “mix and match”, come nella moda, può essere una carta vincente, sicuramente creativa e molto personale. Attenzione però a non scadere nell’impressione delle “cose messe a caso”, che farebbe ottenere l’effetto opposto, di accozzaglia di elementi.
Questo vale sia per la mescolanza di stili, sia per l’abbinamento design e fai-da-te. Ben venga il tocco personale, che rende ancor più soddisfacente il risultato, purché pensato in armonia con il contesto.
Una volta capita la direzione che vogliamo prendere, possiamo così scegliere il legno, caldo e resistente, dall’arte povera, al country fino alle forme moderne, oppure il vimini, con quel sapore vintage, oppure il moderno rattan o il ferro battuto, per un tocco di Provenza, o, ancora, la plastica, dai modelli più semplici, alle più innovative forme del design.
Che tu sia un amante dell’essenzialità zen, oppure preferisca il barocco, che tu persegua l’eco-sostenibilità o la semplice praticità o il design ricercato, tieni presente che qualità fa rima con durata. Il mio consiglio è quello di scegliere sempre mobili e complementi che possano resistere alle intemperie, al calore come ai raggi UV, per non rischiare di dover cambiare il tutto con una certa frequenza, e quindi, spesa.


Le coperture: porticato, veranda, gazebo, tende e ombrelloni.

Qualunque sia lo spazio a nostra disposizione e lo stile scelto, ci sarà sicuramente gradito sapere di essere protetti, dal sole come dalla pioggia, anche all’esterno. Non esporre gli arredi da giardino ai raggi solari come alle piogge, può essere, infatti, utile per conservarne la bellezza e anche per poterci permettere di vivere il nostro spazio in tutta tranquillità. Per chi avesse il porticato, metà gioco è fatto. Basta considerare l’esposizione al sole e capire se abbiamo la necessità di mettere, ad esempio, delle tende. Stessa cosa vale per la veranda. Un’altra soluzione comoda è il gazebo, anche per chi non ha la possibilità di fissare al muro strutture fisse. Ce ne sono di diverse tipologie, anche in questo caso per gusto e tasche. Le tende e i tendaggi, invece, come per gli interni, possono essere degli ottimi alleati. Da usarsi sia per completare in modo semplice e con un tocco di leggerezza una copertura in legno, sia con tende fisse, i tessuti hanno sempre molto da dire anche in fatto di outdoor. Non da ultimi gli ombrelloni. Dal classico ombrellone tondo al più moderno in tessuto dalle forme squadrate ed eleganti, anche l’ombrellone sa spiccare tra le coperture che possiamo scegliere per il nostro giardino.


L’illuminazione in giardino per gli spazi conviviali.

Come già ho avuto modo di spiegarti in altri articoli, il tema dell’illuminazione non è assolutamente secondario, soprattutto se stiamo parlando di zone conviviali in giardino. La luce è fondamentale per poter vedere, segnalare, creare l’atmosfera. Sceglieremo quindi di dotarci di una buona illuminazione se abbiamo un tavolo da esterno, cosicché tutti a tavola possano vedere in tranquillità. Che siano faretti direzionali al soffitto, lampade a sospensione, piantane a braccio lungo o lanterne poco importa. L’importante, anche in questo caso, è che si tenga in considerazione che devono essere resistenti e poter durare, oltre che essere gradevoli per noi e funzionali.
E quando arriva il momento relax, sapremo creare la giusta atmosfera con delle luci più soffuse, magari a led, o ad olio, o con delle belle candele. In pratica, cerchiamo sempre di poter avere sia luce d’utilità sia quella d’atmosfera.


Elementi decorativi per il giardino: dove, come e perché.

Un altro aspetto da non sottovalutare sono gli elementi decorativi. Accessori che, quando messi al punto giusto, sanno regalare quel tocco in più che impreziosisce il nostro spazio esterno. 
Vasi porta fiori, decorazioni floreali, composizioni con legno e pietre, candele, oggetti di decoro, piccole o grandi statue o sculture, sono tutti elementi che personalizzano e donano carattere all’outdoor.

Come hai potuto notare non è difficile. Questi sono i 4 punti basilari di cui tenere conto per realizzare un ottimo ambiente conviviale in giardino.
Le soluzioni possono essere infinite, dipende dai desideri e anche dal budget, ma le possibilità e le combinazioni sono praticamente infinite.

E tu, cosa faresti?
Come ti piacerebbe il tuo giardino?

Parliamone insieme sui social network. Mi trovi su Facebook, alla nostra pagina Vivai Loda oppure su Twitter.

Ti aspetto.
Al prossimo appuntamento.

Fausto